Il Comitato Esecutivo è composto dagli organizzatori, nominati dall’Assemblea dei promotori fra i membri del Comitato. Ne fanno parte di diritto i componenti del “comitato dei proponenti” di cui in premessa. Il numero degli organizzatori è determinato dall’Assemblea ed è compreso fra un minimo di 5 ed un massimo di 8, oltre ai soci di diritto, di cui:          

– massimo n. 3 per la gestione dei compiti di raccolta fondi e  per l’attuazione delle deliberazioni assembleari;

– minimo n. 5 per la gestione della piattaforma tecnologica digitale di democrazia partecipata.

Spetta, pertanto, fra l’altro a titolo esemplificativo, al Comitato Esecutivo, su proposta del Comitato scientifico di gestione:

– curare l’esecuzione delle deliberazioni assembleari;

– redigere il rendiconto economico – finanziario;

– predisporre gli eventuali regolamenti interni;

– stipulare gli atti e contratti inerenti all’attività sociale;

– compiere tutti gli atti e le operazioni per la corretta amministrazione del Comitato che non siano spettanti all’Assemblea dei promotori, ivi compresa la determinazione della quota associativa annuale;

– vigilare sul buon funzionamento di tutte le attività sociali e coordinamento delle stesse.